Category

news

ACCOGLIENZA!

Ancora incerte le sorti delle centinaia di persone da giorni stipate sulla nave Aquarius. Questo “tira e molla” internazionale è sempre più vergognoso e doloroso: crediamo fermamente che ogni essere umano abbia diritto ad essere accolto, che tutti i bambini e i ragazzi – sono 123 i minori soli e 11 i bambini- debbano essere trattati come se fossero nostri figli.

Aspettiamo con ansia l’evolversi di questa drammatica storia, nella speranza che nel tempo più breve possibile sia la nostra umanità a vincere e non gli interessi politici.

L’accoglienza è un valore, per CIAI. Soccorrere chi è in difficoltà un dovere.

 

HOME,  Warsan Shire

Nessuno lascia la propria casa a meno che

casa sua non siano le mandibole di uno squalo

verso il confine ci corri solo

quando vedi tutta la città correre

i tuoi vicini che corrono più veloci di te

il fiato insanguinato nelle loro gole

il tuo ex-compagno di classe

che ti ha baciato fino a farti girare la testa dietro alla fabbrica di lattine

ora tiene nella mano una pistola più grande del suo corpo

lasci casa tua

quando è proprio lei a non permetterti più di starci.

 

Nessuno lascia casa sua a meno che non sia proprio lei a scacciarlo

fuoco sotto ai piedi

sangue che ti bolle nella pancia

non avresti mai pensato di farlo

fin quando la lama non ti marchia di minacce incandescenti il collo

e  nonostante tutto continui a portare l’inno nazionale

sotto il respiro

soltanto dopo aver strappato il passaporto nei bagni di un aeroporto

singhiozzando ad ogni boccone di carta

ti è risultato chiaro il fatto che non ci saresti più tornata.

 

Dovete capire

che nessuno mette i suoi figli su una barca

a meno che l’acqua non sia più sicura della terra

nessuno va a bruciarsi i palmi sotto ai treni sotto i vagoni

nessuno passa giorni e notti nel ventre di un camion

nutrendosi di giornali a meno che le miglia percorse

non significhino più di un qualsiasi viaggio.

 

Nessuno striscia sotto ai recinti

nessuno vuole essere picchiato, commiserato

nessuno se li sceglie i campi profughi

o le perquisizioni a nudo che ti lasciano

il corpo pieno di dolori o il carcere,

perché il carcere è più sicuro

di una città che arde

e un secondino, nella notte,

è meglio di un carico di uomini che assomigliano a tuo padre.

 

Nessuno ce la può fare

nessuno lo può sopportare

nessuna pelle può resistere a tanto

 

Il Andatevene a casa neri

rifugiati

sporchi immigrati

richiedenti asilo

che prosciugano il nostro paese

negri con le mani aperte

hanno un odore strano

selvaggio

hanno distrutto il loro paese e ora vogliono

distruggere il nostro

 

le parole

gli sguardi storti

come fai a scrollarteli di dosso?

 

Forse perché il colpo è meno duro

che  un arto divelto

o le parole sono più tenere

che quattordici uomini tra

le cosce

o gli insulti sono più facili

da mandare giù

che le macerie

che le ossa

che il corpo di tuo figlio

fatto a pezzi.

 

A casa ci voglio tornare,

ma casa mia sono le mandibole di uno squalo

casa mia è la canna di un fucile

e a nessuno verrebbe di lasciare la propria casa

a meno che non sia stata lei a inseguirti fino all’ultima sponda

a meno che casa tua non ti abbia detto

affretta il passo, lasciati i panni dietro

striscia nel deserto, sguazza negli oceani

annega, salvati, fatti fame

chiedi l’elemosina

dimentica la tua dignità

la tua sopravvivenza è più importante

 

Nessuno lascia casa sua se non quando essa diventa una voce sudaticcia

che ti mormora nell’orecchio

Vattene,

scappatene da me adesso

non so cosa io sia diventata

ma so che qualsiasi altro posto

è  più sicuro che qui.

 

 

ADOZIONI 2012-2017: ARRIVANO I RIMBORSI

Stanziate le risorse necessarie per rimborsare le spese sostenute dalle famiglie che hanno adottato nel quinquennio 2012-2017. “Il decreto è stato firmato intorno alla metà di maggio, porta la firma della sottosegretaria Boschi, sta completando i passaggi necessari, la pubblicazione è davvero imminente», ha dichiarato ieri  la vicepresidente CAI Laura Laera.

Sul sito della CAI il testo del DPCM, che porta la data del 3 maggio 2018 e il timbro della Corte dei Conti in data 28 maggio.

 

 

CAI: I DATI AD APRILE 2018

I dati presentati sul sito della Commissione per le Adozioni Internazionali segnalano un leggero calo rispetto al mese di marzo sia nel numero di coppie che hanno richiesto l’autorizzazione all’ingresso di un minore per adozione (-4%, 84 coppie) sia in quello dei bambini arrivati (-14%, 98 bambini).

Per quanto riguarda i paesi di provenienza dei minori stranieri adottati nel mese di aprile spicca l’India con 17 bambini, seguita da Etiopia (11), Colombia (10), Vietnam (10), mentre perde posizioni, scivolando al quinto posto della graduatoria, la Federazione Russa che con 7 minori dimezza il valore raggiunto nel mese di marzo.

In merito all’età dei minori entrati in Italia a scopo adottivo, la classe d’età prevalente anche per il mese di aprile è compresa tra i 5 e i 9 anni (49 casi pari al 50% del totale degli ingressi).

Per visionare il Report CAI completo CLICCA QUI 

TUTTE LE FESTE D’ESTATE

Com’è ormai tradizione, in molte delle  regioni in cui CIAI è presente con una propria sede, si svolgeranno le FESTE D’ESTATE! Un momento unico per stare insieme, raccontarsi e divertirsi,  come a noi di CIAI piace fare.

Per intanto vi comunichiamo le date regione per regione, in ordine di apparizione. A breve i programmi dei singoli incontri

 

SARDEGNA  domenica 3 giugno

VENETO domenica 3 giugno

PUGLIA : sabato 9 giugno

LAZIO: domenica 10 giugno

LOMBARDIA: sabato 16 giugno

 

ULTIMI POSTI PER IL CAMPO ESTIVO

Stanno per chiudersi le iscrizioni al CAMPO ESTIVO per ragazzi e ragazze fra i 13 e i 17 anni che CIAI organizza a Palermo dall’ 1 al 7 luglio. Il Campo è stato ideato come una vacanza da condividere tra ragazzi adottati (anche non CIAI) che alterna momenti ludici ad attività educative.

La proposta è in collaborazione con l’associazione Libera, già partner CIAI nel progetto di Palermo “Ragazzi Harraga”. I posti ancora disponibili sono veramente pochi: se interessati, contattate al più presto: cristiana.carella@ciai.it, tel 02.84.84.44.30

DALLA CAI I DATI SUL PRIMO TRIMESTRE 2018

La CAI, Commissione Adozioni Internazionali ha pubblicato sul proprio sito i dati al 31 marzo. Nel primo trimestre del 2018 sono stati autorizzati all’ingresso in Italia con adozione internazionale, 273 bambini. 118 di essi vengono dall’Europa, 70 dall’Asia, 60 dall’America, 25 dall’Africa. Il 66% di loro –per un totale di 118 bambini- vengono considerati special needs, cioè bambini con bisogni speciali.

Avere dati costantemente aggiornati è dettagliati, è fondamentale per capire come si sta muovendo lo scenario delle adozioni internazionali” commenta il presidente di CIAI Paola Crestani, che prosegue: “Il dato relativo all’aumento della percentuale di bambini special needs, ad esempio, fa comprendere che il quadro generale sta cambiando”. E proprio agli special needs il report della CAI dedica un focus.

Significativo anche il dato relativo all’età: sui 273 minori adottati, 133 hanno un’età compresa fra i 5 e i 9 anni e altri 111 hanno fra gli 1 e i 4 anni: solo 15 i bambini con meno di un anno e 14 quelli con 10 o più anni.

Gli enti che nel primo trimestre hanno realizzato almeno un’adozione sono circa la metà di quelli presenti nell’Albo delle ultime statistiche annuali: 33 su 62.

“Mese per mese – riporta in un articolo Vita.it- numeri sono in crescita: il report della Commissione conta 114 minori adottati a marzo da 88 coppie (1,3 minori in media per coppia), dopo i 67 bambini adottati nel mese di gennaio da 59 coppie e i 92 minori entrati a febbraio, accolti da 77 coppie. Nel primo trimestre 2018 i primi Paesi d’origine sono stati Federazione Russa (45 ingressi), Ungheria (31), India (30), Colombia (30), Bulgaria (17). Dall’Etiopia, che a gennaio 2018 ha approvato una nuova legge che sancisce, di fatto, il blocco delle adozioni internazionali nel paese, sono arrivati nel primo trimestre dell’anno 15 bambini (ottavo paese d’origine), di cui 6 nel mese di marzo.”

La ripresa delle riunioni, la pubblicazione regolare e completa dei dati, le Missioni nei Paesi di provenienza dei bambini, il portale ‘Adozione Trasparente’: sono tutti segnali che dimostrano che la CAI ha finalmente  ripreso a svolgere il ruolo che le compete, quello di regia delle adozioni internazionali. C’è ancora molto da fare, ma il cammino è sicuramente iniziato e pare proprio essere quello giusto” afferma Paola Crestani.

RAPPORTO CAI PRIMO TRIMESTRE 2018

CHE SIA FESTA PER TUTTE LE MAMME!

Domenica 13 maggio è la Festa della mamma. Ma a noi le mamme piace festeggiarle tutto l’anno, perché se lo meritano. E, soprattutto, vogliamo che ogni donna possa vivere la gravidanza e il parto in serenità e che ogni bambino possa nascere in sicurezza. Se anche tu pensi che ogni mamma del mondo abbia diritto a questo e vuoi cogliere l’occasione della celebrazione di una festa così importante, scegli CIAI.
Sostieni il progetto Equity per la tutela della salute materno infantile in Cambogia. O scegli uno dei regali solidali
#vivalemamme #50annidiCIAI

Festeggiamo le mamme!

Domenica 13 maggio è la Festa della mamma. Ma a noi le mamme piace festeggiarle tutto l’anno, perché se lo meritano. E, soprattutto, vogliamo che ogni donna possa vivere la gravidanza e il parto in serenità e che ogni bambino possa nascere in sicurezza. Se anche tu pensi che ogni mamma del mondo abbia diritto a questo e vuoi cogliere l’occasione della celebrazione di una festa così importante, scegli CIAI. Sostieni il progetto Equity per la tutela della salute materno infantile in Cambogia http://regalisolidali.ciai.it/prodotto/equity/. O scegli uno dei regali solidali http://regalisolidali.ciai.it/categoria-prodotto/regali-solidali/#vivalemamme #50annidiCIAI

Pubblicato da CIAI su martedì 8 maggio 2018

RELATORI D’ECCEZIONE A EURADOPT

Mancano solo 20 giorni alla XIII EurAdopt International Conference “The Intercountry Adoption Dilemma” che si terrà a Milano al Palazzo delle Stelline il 24 e 25 maggio 2018. Organizzato da CIAI, l’evento si presenta come un appuntamento di rilevanza internazionale per chiunque si occupi di adozione internazionale. L’affluenza di un folto pubblico è già assicurata: ad oggi sono soltanto 10 i posti in sala ancora disponibili.

In attesa dell’apertura dei lavori, proponiamo le interviste ad alcuni dei relatori.

Iniziamo da LAURA MARTINEZ MORA, Responsabile Ufficio Legale Conferenza de L’Aja di Diritto Internazionale Privato, Olanda

 

 

 

e MIA DAMBACH direttrice dell’ISS/IRC con sede a Ginevra

 

 

 

Il Programma e tutte le informazioni sulla Conferenza sono disponibili QUI

 

 

MESSAGGIO AUGURALE DEL PRESIDENTE MATTARELLA

Si è aperta con il messaggio augurale del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella la giornata di festa per i 50 anni di CIAI.  “Nel  cinquantesimo anniversario della fondazione del Centro Italiano Aiuti all’Infanzia, desidero esprimere a tutti i partecipanti alla manifestazione il mio apprezzamento per l’impegno dedicato al sostegno e  alla difesa dei minori”, ha scritto il Presidente.

“L’azione sviluppata da CIAI in mezzo secolo di vita, con una costante crescita di esperienze e affinamento nella protezione, promozione del benessere e inclusione dell’infanzia, merita incoraggiamento. Ogni azione di tutela dei diritti dei bambini contribuisce a rendere il mondo migliore”.

#50annidiCIAI

Per leggere il messaggio integrale CLICCA QUI

WHERE AM I?